Lettera Aperta

LETTERA APERTA AL SINDACO DI MONTALTO PAVESE

 

Montalto Pavese, 7 aprile 2012

Gent.ma Dott.ssa Casarini,

 

ho ricevuto anch’io la lettera che ha inviato a tutte le famiglie di Montalto come resoconto dell’attività 2011 e in risposta all’ultimo numero del bollettino del Gruppo Consigliare di cui faccio parte.

Poiché sono stata più volte, seppur velatamente, tirata in causa, mi consentirà di fare una breve replica.

Amministrare vuol dire assumersi delle responsabilità e prendere delle decisioni: l’ho sempre fatto e anche questa volta non mi tiro indietro. Le decisioni che ho preso come Sindaco, sempre insieme alla Giunta, non le rinnego anzi, per la maggior parte sarei pronta a ripeterle.

Il servizio mensa per le scuole è stato da noi fatto sempre con la cucina interna perché, a nostro avviso, dava maggiori garanzie di freschezza e qualità: i cibi cucinati al momento, da personale formato e di fiducia, con l’acquisto di generi alimentari controllati, erano i maggiori pregi del servizio da noi offerto. Voi quest’anno avete operato una scelta diversa ed è giusto che ogni Amministrazione decida autonomamente la gestione dei servizi.

Per ciò che riguarda gli omaggi natalizi, Le assicuro che da Montalto non partivano camion di regali: la Giunta decideva il budget e le persone da omaggiare (compresi i bambini e gli anziani, in particolare quelli soli, a cui mai abbiamo fatto mancare il nostro rispetto e la nostra riconoscenza): erano poi gli uffici delegati a mettere in pratica le decisioni prese. E io ho sempre avuto piena fiducia nell’operato degli uffici comunali.

Potrei andare oltre, ma penso sia giunto il momento di lasciarsi tutto ciò alle spalle e di guardare avanti. È tempo per Lei  e per tutta l’Amministrazione Comunale di importanti decisioni e nella sua lettera mi sarei aspettata di trovarvi anche questo: uno sguardo sul futuro.

Dovremo pagare l’IMU? In quale percentuale? Verrà applicata l’addizionale comunale? I costi dei servizi aumenteranno? A quando l’approvazione del PGT? Le nostre strade verranno asfaltate e rimesse a nuovo?

A queste e a altre domande avrei, come cittadina, voluto trovare delle risposte che, mi auguro, ci saranno date al più presto: le famiglie ne hanno bisogno.

Un’ultima considerazione. Quando si viene eletti nel Consiglio Comunale, ognuno è libero di interpretare il proprio ruolo come meglio crede: può decidere di partecipare unicamente ai Consigli Comunali e di disinteressarsi della vita amministrativa quotidiana, come spesso è accaduto in passato, oppure può decidere di impegnarsi, documentarsi, informarsi ed esprimere liberamente le proprie opinioni e i propri pensieri. Io e gli altri componenti del Gruppo Consiliare Democrazia Progresso abbiamo scelto da subito di seguire la seconda via e continueremo a farlo.

Cordialmente

 

Il capogruppo di minoranza

ELISABETTA FAGIOLI

Lettera Apertaultima modifica: 2012-04-07T08:54:00+02:00da lazanzara_01
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Lettera Aperta

  1. Oggi, dal quotidiano “la Provincia” ho avuto notizia che lo Chef del Titanic era partito da Montalto Pavese, con la sola forza dei suoi dodici anni, in cerca di fortuna. Si chiamava Gaspare Antonino Pietro Gatti e mori nel naufragio del 10 aprile 1912. Pare che nessuno debba saperlo se alcuna amministrazione pubblica prima d’ora pose mai un segno. Forse non sarà mai stato generoso col suo paese e per questo dimenticato ma almeno lo si potrebbe scrivere mentre lo si rende noto a perenne memoria della storia del paese.

  2. Non penso che sia perchè nessuno debba saperlo: per ciò che mi riguarda (e sono nata e vissuta a Montalto) semplicemente non lo sapevo. E’ una notizia in più e sicuramente è una pagina significativa della storia del nostro paese.

Lascia un commento