Angelo delle bacheche

Nella nostra bacheca in piazza, ieri mattina è apparso questo “alto” componimento letterario che vi riportiamo. A seguire il nostro commento in rima:

Per la Zanzara e Zanzarone
(democrazia e pro…cesso)
Preghiera.
o mio signore perdona
i coglioni che non
sanno cosa fare
e cosa scrivere
amen
Un Angelo
 
O Angelo dalle ali rozze
il tuo è un invito a nozze!
Non sai che piacere è leggerti
ma quanto più lo sarebbe conoscerti.
Le forme e i contenuti del tuo dire
fanno rabbrividire
ma forse il salotto della cultura
potrà apprezzare la tua bravura.
Se questa nostra poesia leggerai
siamo certi che una cosa imparerai:
a non confondere la tua testa con un sasso
perché altrimenti ai democratici provochi pro…lasso.
 
Angelo delle bachecheultima modifica: 2012-03-22T15:42:30+01:00da lazanzara_01
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Angelo delle bacheche

  1. Ma…scusate, se uno insulta perché mai l’altro deve stare al suo gioco finendo di imparentarsi suo malgrado?
    La gente magari farà un giro tortuoso ma alla fin fine capisce che direzione prendere.
    E allora lasciate perdere le provocazioni e le antipatie, come quella palese per il salotto della cultura, ma raccontate solo come vanno i fatti, ad esempio come avete appena pubblicato sulla zanzara di marzo, magari con maggiori chiarimenti.

  2. Cara zanzara
    quando ti riferisci all’offerta di 400€ per l’abbazia dell’Isola di San Giulio ricorda che la Badessa del convento di clausura che vi si trova è Madre Canopi.
    Su qualsiasi motore di ricerca puoi trovare notizie relative a questa straordinaria suora che, se pure nata a Pecorara (PC), è cresciuta a Montalto e nel nostro paese, cui è ancora legata da affetto, ha vissuto fino al giorno del suo ingresso nel Carmelo di Viboldone (MI).
    E’ stata definita “la personalità femminile di maggior spicco della Chiesa Cattolica Contemporanea”.
    Se il sindaco ha accompagnato un gruppo di fedeli di Montalto a farLe visita in occasione del suo ottantesimo compleanno ha, secondo me … ma non credo di essere il solo a pensarla così, compiuto un DOVEROSO gesto nei confronti di un personaggio straordinario che fa onore al nostro paese.
    La prassi e l’educazione prevedono che in questi casi si dia anche un aiuto concreto a chi ha come scopo quello di aiutare chi ne ha necessità.
    Anche chi non è credente e non condivide certi valori deve il massimo rispetto ad una “donna” di tale spessore.
    Insieme con le sue consorelle prega per tutti e spesso ricorda in particolare noi, suoi compaesani .
    Ti posso garantire che lo fanno per tutti senza distinzione di lista, appartenenza politica e credo religioso.
    Le sue preghiere non credo si possano valutare in Euro ma sono convinto che valgono molto di più dei 50 cent. pro capite che il sindaco ha dato.
    Ti consiglio di andare un giorno da Lei (se Le fai sapere che sei di Montalto ti riceverà certamente) e in quel momento capirai che la “bellezza” esteriore cui fai sarcasticamente riferimento non ha alcun valore.
    dario pastorelli

  3. Caro Dario,
    la nostra Zanzara di marzo ha provocato parecchie discussioni ed è esattamente quello che volevamo: non certo giudicare o denigrare ma permettere ai cittadini, nel leggerla, di farsi una propria idea, non necessariamente uguale alla nostra. L’attuale Amministrazione preferisce non rendere pubblico il proprio operato e persino nei consigli comunali di approvazione dei bilanci ha chiesto espressamente che le vengano poste solo domande “politiche”. Il nostro bollettino mensile diventa quindi il solo strumento di informazione a disposizione dei cittadini, un atto dovuto, visto che stiamo parlando di soldi pubblici.
    Ti ringraziamo per aver scritto la tua opinione e ti diciamo subito che condividiamo la stima che nutri per la Badessa Canopi, della quale conosciamo anche noi la storia personale e la reputazione di cui gode. Su questo non abbiamo niente da replicare anzi, comprendiamo le tue ragioni.
    La sola cosa che ci ha lasciato perplessi e che ci ha spinto ad inserire la voce di spesa nell’elenco è che la doverosa offerta sia stata fatta, come dicevamo all’inizio, con soldi pubblici.
    L’offerta doveva, secondo noi, essere privata e siamo sicuri che tanti nostri concittadini, portati a conoscenza dell’iniziativa, avrebbero partecipato, magari anche con più di 50 centesimi.
    Nella parte finale, richiamando il nostro commento, fai una piccola provocazione, riferendoti alla bellezza del convento non estetica ma spirituale. A questo proposito permettici di ricambiare chiedendoti se le preghiere del nostro Parroco, secondo te, sono meno influenti di quelle della Madre Canopi. Oppure se pensi che Don Flavio non preghi per noi. Da parte nostra pensiamo il contrario e pensiamo anche che avrebbe fatto buon uso dell’offerta.
    Sperando che questa risposta abbia chiarito la nostra posizione, possiamo garantirti che nel nostro intervento non c’era nessuna volontà né di sminuire la portata dell’influenza che la personalità di Madre Canopi ha sui credenti né tanto meno di impedire a chiunque di coltivarne il culto ma, come è da sempre nei nostri scopi, l’intento è quello di “svelare” o semplicemente raccontare la vita pubblica del paese, che, come tu ben sai, è materia laica.

Lascia un commento